Regno Unito: Lo scandalo dei test di lingua

Il National Audit Office (NAO) ha completato una lunga indagine sullo scandalo dei test di lingua inglese scoperto dal programma Panorama della BBC nel 2014.

La maggior parte delle applicazioni Visa, incluse quelle per gli studenti, richiedono a coloro che ne fanno domanda, di dimostrare che abbiano competenze di lingua inglese. Si considerano capaci di parlare in inglese, automaticamente, coloro che provengono da paesi di lingua inglese o che abbiano una laurea inglese. In altri casi, devono sostenere un test con dei providers autorizzati. Al momento dello scandalo, l’Home Office aveva una lunga lista di providers, che includeva una compagnia statunitense, Educational Testing Service, che aveva numerosi centri a livello mondiale.

Allorquando l’inchiesta di Panorama è venuta allo scoperto, ETS ha esaminato tutti i test effettuati tra il 2011 e il 2014, utilizzando un sistema di riconoscimento vocale determinando che un sorprendente 97% non era valido o discutibile, circa 56.000 test.

Il Ministero dell’Interno ha intrapreso un’azione rapida che ha portato a 25 condanne penali, 25.000 azioni contro i titolari di visti studenteschi accusati di barare e la chiusura di dozzine di istituti di istruzione.

A partire da Aprile 2015, la lista dei providers si è ridotta e i test vanno, ora, eseguiti presso centri di lingua inglese (SELT). I richiedenti devono assicurarsi di aver prenotato il test giusto, capace di soddisfare i requisiti previsti per il Uk Visa e Immigration. Il test è sostanzialmente uguale ma UKVI ha rafforzato i controlli di sicurezza, il centro invia i risultati direttamente all’Home Office. I candidati che superano il test potranno ottenere il certificato, la cui validità è di due anni.

A causa della rigidità dei requisiti, i richiedenti spesso trovano disponibilità limitata o ridotta per i SEL è consigliabile, pertanto, prenotare un test il più presto possibile, per evitare ritardi nelle richieste di visto.

 

 

image_pdfDownload Pdfimage_printPrint

Richiedi maggiori informazioni

Giurisdizione (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

In che giorno preferisci essere ricontattato?

In che orario?
minuti

Note

Leave a Comment