Hong Kong: i reati di corruzione nel settore pubblico e privato

Quanto ai principali illeciti in materia di corruzione e concussione ad Hong Kong, in genere, l’offerta, la sollecitazione o l’accettazione di un vantaggio, come ricompensa o incentivo volto ad indurre qualcuno a compiere (od omettere) un’azione, ovvero favorire o svantaggiare qualcuno, costituisce un reato, fatte salve alcune eccezioni.

Reati di corruzione nel settore pubblico

Il compimento dei seguenti atti, senza autorizzazione legale o ragionevole giustificazione, costituisce reato:

  • offrire un vantaggio a un dipendente pubblico (o, in qualità di dipendente pubblico, chiedere nonché accettare un vantaggio) come incentivo o ricompensa, affinché il funzionario pubblico esegua/non esegua, o influenzi l’esecuzione di un atto nella sua qualità di dipendente pubblico o affinche’ questi intervenga per influenzare un qualsiasi transazione commerciale tra un soggetto ed un ente pubblico;
  • la sollecitazione o l’accettazione di un vantaggio come incentivo, ricompensa o acconto da parte di un pubblico dipendente che presti assistenza nell’ambito di un contratto stipulato con un ente pubblico, o relativamente al ritiro di un’offerta da un’asta condotta da un ente pubblico o per conto di esso, e
  • offrire un vantaggio ad un “prescribed officer” (una categoria di dipendenti pubblici) quando si intrattengono rapporti con il dipartimento governativo presso cui è preposto.

Illeciti in materia di corruzione nel settore privato

LE norme che descrivono tali illeciti hanno ad oggetto la corruzione degli “agenti”. In un contesto aziendale, di considera il “principale” come il datore di lavoro e “l’agente” è considerato come il dipendente. Sono proibite le condotte tali da compromettere l’integrità della relazione tra datore di lavoro ed agente, ed in particolare, la ricezione da parte di un agente di vantaggi da parte di terzi, senza che il datore ne sia a conoscenza, ed i tentativi da parte di terzi di corrompere o influenzare un agente in segreto.

I reati includono: l’offerta di un vantaggio ad un agente (o la sollecitazione o accettazione di un vantaggio da parte dello stesso) come incentivo, ricompensa o acconto, affinché egli compia, ovvero ometta, un atto, favorendo qualsiasi persona in relazione agli affari e commerci del suo datore di lavoro. Tutto ciò, senza autorizzazione legale o scriminante.

Tre particolari disposizioni del POBO riguardano l’offerta e la ricezione di regali, intrattenimento, viaggi e formazione:

  • se il destinatario è debitamente autorizzato, non si configura alcun reato in capo al soggetto.
  • il POBO, in particolare, considera le regalie di cibi e bevande quali eccezioni consentite.
  • se il beneficio viene ricevuto in un contesto puramente privato o personale (vale a dire, non a causa del ruolo o dell’ufficio del destinatario), è improbabile che ciò costituisca una violazione del POBO.

Al di fuori dei predetti casi, offrire tali benefici come premio, ovvero mostrarsi accondiscendenti e mantenere un generale atteggiamento di favore può, potenzialmente, violare il POBO.

È sempre necessario valutare le circostanze, al fine di determinare se regali, ospitalità, viaggi e formazione siano in realtà tangenti.

Il POBO e la Banking Ordinance non prevedono eccezioni relativamente in termine di de minimis, e non è detto che il valore irrisorio di un beneficio possa impedire che venga ritenuto una mazzetta. I fattori da prendere in considerazione per determinare se un vantaggio costituisca una tangente includono:

  • lo scopo della regalía;
  • il valore e la frequenza del beneficio (i reglali generosi o eccessivi costituiscono segnali d’allarme);
  • il fatto che il beneficio sia offerto anche ad altri o solo al destinatario in questione; la relazione tra l’offerente e il destinatario – in particolare, se tra di loro intercorrono rapporti ufficiali (nel settore pubblico infatti, regali, ospitalità e altri benefici non dovrebbero essere accettati o autorizzati); e
  • la posizione e il ruolo del destinatario (ad esempio, i doni dei subordinati, in particolare, sono spesso scoraggiati o non sono consentiti nel settore pubblico).

Settore pubblico

Relativamente al settore pubblico, si applicano ulteriori disposizioni e linee guida. L’Ufficio per i servizi civili di Hong Kong (“Hong Kong Civil Service Bureau” o “CSB”) ha pubblicato una serie di regolamenti della pubblica amministrazione, che stabiliscono le disposizioni anticorruzione e le azioni disciplinari per le violazioni poste in essere dai dipendenti pubblici 

Il regolamento 444 sulla funzione pubblica, stabilisce che i vantaggi offerti a un funzionario (o al coniuge) in virtù della posizione ricoperta, ovvero in un’occasione di un evento a cui partecipa in veste ufficiale, sono considerati tangenti in cambio di un servizio reso dall’ufficiale e devono essere trattati in conformità ai protocolli previsti dal regolamento della pubblica amministrazione (in genere, è previsto un cortese rifiuto del dono offerto). Alcune circolari del CSB stabiliscono ulteriori principi per i dipendenti pubblici; in particolare la circolare n. 4/2007 si occupa dei vantaggi offerti ad un pubblico ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni.

I prescribed officers sono inoltre soggetti all’”Acceptance of Advantages (Chief Executive’s Permission) Notice” del 2010. (Ad essi è vietato, ai sensi dalla Sezione 3 del POBO, di richiedere, sollecitare o accettare vantaggi senza l’autorizzazione generale o speciale dell’amministratore delegato di Hong Kong. L’ordinanza si occupa di quattro tipi di vantaggi (regali in denaro o in natura, sconti, prestiti e viaggi) e contiene alcune autorizzazioni a riguardo. Al di fuori di queste categorie, i prescribed officers possono accettare tutti gli altri vantaggi a titolo privato. L’accettazione dei vantaggi in qualità di funzionario è solitamente vietata, ma può essere consentita in determinate circostanze, previste dalla circolare 4/2007.

Infine, il Civil Service Code and the Civil Servant’s Guide to Good Practices contengono le regole fondamentali di condotta, integrità e imparzialità, nonché altre disposizioni specifiche sull’accettazione dei benefici da parte dei dipendenti pubblici.

Sebbene tali regolamenti, circolari, comunicazioni e codici non siano vincolanti per coloro che offrono vantaggi, forniscono tuttavia utili indicazioni su come il governo e il CSB interpretano il POBO e le restrizioni a cui sono tenuti i dipendenti pubblici. Quest’ultimo a sua volta fornisce una guida sul tipo di benefici che possono essere offerti.

Settore privato

Esistono fonti esterne limitate in materia di corruzione nel settore privato. Tuttavia, la maggior parte delle aziende adotta delle linee guida interne anticorruzione, che i propri dipendenti devono rispettare. La Commissione indipendente contro la corruzione ha reso disponibile un codice di condotta esemplificativo (Sample Code of Conduct), non vincolante, che può essere adottato dalle società private.

Questo include le eccezioni per l’accettazione di benefici specifici riconosciuti dalla legge e, inoltre, una procedura per chiedere il permesso al superiore competente. Il Sample Code of Conduct stabilisce che il permesso deve essere rifiutato se l’accettazione potrebbe “influire sulla sua obiettività nella conduzione degli affari societari, o indurlo a comportarsi contro l’interesse dell’azienda, o ad accettare qualcosa da cui potrebbe derivare un sospetto di scorrettezza o un’accusa”.

Norme in materia di favoreggiamento

Il POBO non consente di effettuare pagamenti per ottenere facilitazioni e non prevede una scriminante per pagamenti minimi. L’ordinanza proibisce di offrire un vantaggio con il fine di accelerare l’esecuzione di un procedimento amministrativo.

Richiedi maggiori informazioni

Giurisdizione (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

In che giorno preferisci essere ricontattato?

In che orario?
minuti

Note

Leave a Comment