Regno Unito: ultime novità in tema Brexit e immigrazione

A poco piu’ di un mese dell’uscita ufficiale del Regno Unito dall’Unione Europea, e’ stato pubblicato un aggiornamento sul tema di immigrazione relativamente allo status dei cittadini europei nel Regno Unito, sia nel caso di raggiungimento di un accordo con l’Unione Europea, sia nel caso di no deal.

Nel caso il Regno Unito dovesse uscire dall’UE in presenza di accordo, gli adempimenti da porre in essere sono i seguenti:

  • In modo da proteggere il loro status di residenti, i cittadini dell’UE devono registrarsi per il “settled” o “pre-settled” entro e non oltre il 30 giugno 2021
  • Tutti i cittadini dell’Unione Europea che risiederanno del Regno Unito alla data del 31 dicembre 2020 potranno richiedere il “settled” o “pre-settled” status
  • I cittadini dell’UE che hanno vissuto in UK per cinque anni consecutivi avranno diritto al riconoscimento del “settled” status
  • Coloro che non hanno ancora maturato cinque anni di residenza, potranno richiedere invece il “pre-settled” status
  • I cittadini dell’UE che arriveranno nel Regno Unito dopo il 31 dicembre 2020 saranno soggetti a nuove regole in materia di immigrazione.

Nel caso in cui il Regno Unito dovesse uscire dall’Unione Europea senza accordo, i diritti di libera circolazione delle persone cesseranno a partire dal 29 Marzo 2019, data ufficiale della Brexit.

In questo scenario, il processo di registrazione e le date importanti sono le seguenti:

  • Per proteggere lo status di residente i cittadini dell’UE devono registrarsi richiedendo il “settled” o “pre-settled” status entro e non oltre il 31 dicembre 2020.
  • Solo i cittadini europei che sono entrati nel Regno Unito entro il 29 Marzo 2019 potranno applicare per il “settled” o il “pre-settled’ status.
  • I cittadini dell’UE che arriveranno dopo il 29 Marzo, ma entro il 31 dicembre 2020 saranno in grado di entrare nel Regno Unito solo presentando la loro carta di identità o il passaporto, per un periodo non superiore ai 3 mesi. Nel caso di una permanenza più lunga, sarà necessario presentare domanda all’Home Office per ottenere il permesso di rimanere (leave to remain) nel Regno Unito. Tale permesso, se concesso, avra’ una durata di 36 mesi e comprende anche il permesso di lavoro e di studio.
  • Le aziende e coloro che intendono affittare un’immobile ai cittadini europei potranno continuare ad accettare il passaporto europeo e la carta di identità nazionale come prova di diritto di lavoro o affitto fino al 31 dicembre 2020.
  • I cittadini dell’UE che arriveranno nel Regno Unito dopo il 31 dicembre 2020 saranno soggetti ad una nuova normativa in materia di immigrazione.

Richiedi maggiori informazioni

Giurisdizione (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

In che giorno preferisci essere ricontattato?

In che orario?
minuti

Note

Leave a Comment