Regno Unito: Imposta di successione, modifica alle norme per i Trust relativi a beni offshore

Il governo ha recentemente annunciato di voler modificare l’attuale normativa riguardante l’imposta di successione per contrastare l’effetto della sentenza del caso “Barclays Wealth Trustees (Jersey) Limited e Michael Dreelan contro HMRC”.

La nuova normativa prevedrà’ che, qualunque incremento di proprietà Offshore all’interno di un Trust, effettuato successivamente all’ottenimento della residenza (fiscale) britannica da parte del soggetto Disponente, sarà assoggettata ad imposta di successione nel Regno Unito.

La legislazione relativa all’imposta di successione attualmente prevede che i beni Offshore di un Trust non siano assoggettabili ad imposta di successione se, al tempo in cui il Trust è stato costituito, il Disponente non era fiscalmente residente in Inghilterra.

Il punto di vista dell’HMRC è sempre stato quello di considerare ogni incremento di beni Offshore all’interno di un Trust come la creazione di un nuovo Trust.

In base a questo principio ogni incremento di beni all’interno di un Trust, precedentemente costituito, diveniva soggetto ad imposta di successione se nel frattempo il Disponente diveniva fiscalmente residente nel Regno Unito.

La Corte di Appello ha rigettato tale interpretazione dell’HMRC nel caso “Barclays Wealth Trustees (Jersey) Limited e Michael Dreelan” sostenendo che il Trust si considera costituito solo quando viene realizzato la prima volta e non tutte le volte che vi è un incremento nei beni conferiti.

Di conseguenza, la Corte di Appello, ha stabilito che l’incremento nei beni conferiti ad un Trust, costituito quando il Disponente non era residente nel Regno Unito, non sarà soggetto ad imposta di successione neanche qualora il Disponente sposti la sua residenza fiscale negli UK.

Al fine evitare le implicazioni del caso “Barclays Wealth Trustees (Jersey) Limited e Michael Dreelan contro HMRC”, il governo intende ora modificare la legislazione sull’ imposta di successione nella Legge Finanziaria 2019-20.

La prima modifica alla normativa sarà quella di prevedere che tutti i beni Offshore conferiti in un Trust, dopo che il Disponente è divenuto fiscalmente residente nel Regno Unito, siano soggetti all’imposta di successione.

Questo sarà un cambiamento retrospettivo, in quanto qualsiasi proprietà Offshore conferita in un Trust, mentre il Disponente è residente nel Regno Unito, sarà soggetta ad imposta di successione dopo l’entrata in vigore della nuova normativa (prevista per il 6 aprile 2020).

Il secondo emendamento sarà quello di introdurre ulteriori test, cosiddetti “excluded property test” sui beni trasferiti da un Trust all’altro.

Il governo non ha specificato quali saranno questi test aggiuntivi, ma sembra probabile (alla luce della recente sentenza della Corte di Appello) che tali proprietà saranno escluse da imposta di successione solo se il Disponente del Trust destinatario non è residente nel Regno Unito alla data del trasferimento.

Il governo ha indicato che questo cambiamento riguarderà solo i trasferimenti effettuati dopo l’entrata in vigore della legge.

Il messaggio chiave è che i Disponenti dovrebbero evitare di apportare variazioni ai loro Trust dopo essere divenuti residenti nel Regno Unito, questo, al fine di evitare che tali nuovi conferimenti possano essere soggetti all’imposta di successione.

Per quanto riguarda, invece, il trasferimento di beni tra Trust, la cosa è meno chiara, ma i Disponenti che stanno creando o riorganizzando Trust dovranno tener presente che in futuro disporranno di una minore flessibilità.

Sapremo di più su questo emendamento proposto quando il progetto di Legge Finanziaria 2019-20 verrà pubblicato.

image_pdfDownload Pdfimage_printPrint

Richiedi maggiori informazioni

Giurisdizione (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

In che giorno preferisci essere ricontattato?

In che orario?
minuti

Note

Leave a Comment