Il Cambiamento sta arrivando!!

london-1123798_1920

Alcuni dei temi trattati da Theresa May nel suo primo discorso, sono stati ripetuti, dopo essersi assicurata la nomina da parte dei Conservatori, la settimana scorsa alla conferenza dl partito a Birmingham. Il nuovo Governo ha ribadito la sua intenzione di porsi al centro della politica inglese e che questo obiettivo avra’ sicuramente delle ripercussioni sulle imprese inglesi, utilizzando le parole del Primo Ministro “il cambiamento sta arrivando!!”.

Al momento non sono disponibili molti dettagli, ma il Governo ha promesso che pubblichera’ i piani entro la fine dell’anno per avere i rappresentanti dei consumatori e dei lavoratori nei consigli di Amministrazione della Società.

Il discorso si e’ focalizzato particolarmente sulla remunerazione dei dirigenti, sulla tassazione delle attivita’ internazionali e sul pagamento di dividenti eccessivi, insieme alla promessa di tutelare e valorizzare i diritti di tutti i lavoratori in generale.

Come finira’ tutto questo e’ ancora da vedere, ma e’ chiaro che la rappresentanza dei lavoratori nei Consigli di amministrazione sara’ uno dei cambiamenti principali, con proposte specifiche che appariranno nel programma dei prossimi mesi. Attualmente non sappiamo cosa accadra’ visto che 19 dei 28 Stati membri dell’UE hanno gia’ una qualche forma di rappresentanza dei lavoratori, quindi ci sono molti esempi che si potrebbero seguire.

Ovviamente ci sono alcuni problemi su cui bisogna lavorare, come ad esempio: come conciliare la rappresentanza dei lavoratori con gli obblighi ex lege degli amministratori e i requisiti del Codice di Autodisciplina del Regno Unito.

Tuttavia, e’ ancora difficile prevedere come si svilupperanno questi cambiamenti.

Al momento la cronaca si concentra prevalentemente su quali conseguenze questi cambiamenti potrebbero avere sulle nostre societa, che sono già soggette a numerosi requisiti di governance (ma prive di una rappresentanza).

Tuttavia, Theresa May nel suo discorso non fa alcuna distinzione tra le aziende che sono quotate in borsa e quelle che sono gestite da un singolo proprietario o da private equity.

In effetti, il suo discorso conteneva una serie di piccoli riferimenti velati al BHS, riguardo ad alcuni dei comportamenti che sta cercando di regolamentare, in modo da non farli apparire così avversi, come qualcuno potrebbe pensare, alla posizione recentemente dichiarata dal TUC, secondo cui le aziende con 250 o più dipendenti dovrebbe essere coperte.

Insomma, un governo conservatore che promette di proteggere e migliorare i diritti dei lavoratori e di adottare modelli continentali di amministrazione– che tempi strani!

Scarica questo articolo come PDF

Richiedi maggiori informazioni

Giurisdizione (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

In che giorno preferisci essere ricontattato?

In che orario?
minuti

Note