Limited: cancellazione e scioglimento

imagesQuesta guida ha lo scopo di spiegare come procedere alla cancellazione di una societa’ dal Registro delle Imprese.

Contenuti:

– la procedura di Voluntary strike off (cancellazione volontaria di una societa’) e Dissolution (scioglimento): come richiedere la cancellazione di una societa’ dal Registro delle Imprese (capitolo 1);

– con riferimento alle societa’ che non svolgono piu’ attivita’ o non piu’ operative: in quali casi il cancelliere procede alla cancellazione della societa’ dal Registro delle Imprese (capitolo 2);

Capitolo 1
Voluntary Strike off e Dissolution (procedura di strike off volontario e scioglimento di una societa’)

1. In quali circostanze una societa’ puo’ richiedere la cancellazione (in inglese “strike off”) dal Registro delle imprese?

Una societa’ puo’ richiedere di essere cancellata dal Registro delle Imprese e sciolta. Per fare alcuni esempi, puo’ presentarsi la situazione in cui gli amministratori decidano di dare le dimissioni e non vi sia nessuno che possa prendere l’incarico, oppure il caso di una societa’ sussidiaria il cui nome non e’ piu’ necessario, o ancora i casi in cui una societa’ e’ stata costituita per sviluppare un idea o un progetto che alla fine si e’ rivelato non realizzabile. Alcune societa’ inattive (dette “societa’ dormienti”, in inglese “dormant companies”), o comunque non operative, decidono di richiedere la cancellazione dal registro delle imprese.

Se si decide di procedere alla cancellazione di una societa’, generalmente il registro delle imprese non prevede alcuna penalita’ per l’invio tardivo della documentazione mancante, a meno che successivamente non si decida di richiedere la restoration della societa’ stessa.

Tale procedura non va a sostituirsi alle procedure formali di insolvenza, laddove necessarie. Anche se una societa’ viene cancellata dal registro delle imprese e sciolta, i creditori e altri soggetti possono richiedere che la stessa venga ripristinata.

2. Quando non e’ possibile richiedere lo strike off di una societa’

La richiesta di cancellazione dal registro delle imprese puo’ essere presentata solamente dalla societa’ stessa; la richiesta dev’essere fatta per conto della societa’ da parte dei suoi amministratori o dalla maggioranza degli stessi.

Vi sono varie circostanze in cui potrebbe non essere possibile per una societa’ richiedere la cancellazione dal registro delle imprese. Ad esempio, la societa’ non puo’ richiedere lo strike-off se, nel corso degli ultimi tre mesi, la stessa ha:
– svolto una qualsiasi attivita’ o commercio;
– cambiato il proprio nome;
– venduto o disposto di beni o diritti che la stessa deteneva, poco prima di cessare la propria attivita’ o commercio, come mezzo per realizzare degli utili nel corso della propria attivita’. Ad esempio, una societa’ che commercia in mele non puo’ vendere mele nei tre mesi che precedono la richiesta di strike-off, ma potrebbe aver venduto il furgone che veniva utilizzato per trasportare le mele o il magazzino dove venivano depositate le scorte;
– svolto una qualsiasi altra attivita’, ad eccezione di quelle strettamente necessarie per:
1) richiedere lo strike off o decidere se procedere con la richiesta di strike off (ad esempio la societa’ potrebbe decidere di rivolgersi ad un professionista per informazioni sulla procedura o effettuare il pagamento per l’invio del modulo necessario a richiedere lo strike off);
2) portare a termine gli affari della societa’;
3) ottemperare a degli obblighi di legge.

Una societa’, inoltre, non puo’ richiedere la cancellazione se la stessa e’ soggetta a:
– una qualsiasi procedura d’insolvenza (come ad esempio la liquidazione, inclusi i casi in cui e’ stata presentata istanza di liquidazione ma la stessa non e’ ancora stata accolta);
– un compromesso o accordo stipulato tra la societa’ ed i suoi creditori o soci.

Tuttavia, una societa’ puo’ richiedere lo strike-off se la stessa ha saldato i debiti connessi all’attivita’ lavorativa nei tre mesi precedenti.

Ci sono ulteriori circostanze o situazioni in cui non e’ possibile fare una richiesta di cancellazione. L’infrazione di tali regole costituisce illecito.

3. Cosa fare prima di procedere alla richiesta di strike-off?

Sono previsti degli strumenti di tutela per proteggere coloro che potrebbero essere dannneggiati dallo scioglimento di una societa’. Prima di procedere alla richiesta di strike-off, sara’ infatti necessario notificare a creditori, soci, e a tutti quei soggetti che vi potrebbero avere interesse, l’intenzione di procedere alla cancellazione e allo sciogliemento della societa’, onde consentire agli stessi di esercitare la facolta’ di opporvisi.

Prima di procedere con la richiesta di strike off dovranno essere svolte alcune attivita’ preliminari come, ad esempio, chiudere i conti correnti intestati alla societa’ o trasferire i nomi a dominio.

Sara’ inoltre necessario notificare l’intenzione di procedere allo strike-off della societa’ ad ogni eventuale ente o soggetto che potrebbe essere interessato agli affari della societa’, altrimenti gli stessi potrebbero in futuro opporsi alla richiesta di cancellazione. La notifica va fatta, ad esempio, all’HMRC (Her Majesty’s Revenue and Customs), alle autorita’ locali, soprattutto nei casi in cui la societa’ abbia qualche obbligo derivante da concessioni edilizie o in tema di salute e sicurezza, ai Training and enterprise Councils e agenzie governative.

A partire dalla data dello scioglimento, qualsiasi bene un tempo appartenente alla societa’ diventa di proprieta’ della Corona.

Il conto societario viene congelato ed ogni saldo a credito presente nel conto viene trasferito alla Corona.

4. Come procedere alla richiesta di strike off?

Per procedere con la richiesta di strike off e’ necessario compilare l’apposito modulo (“Striking off application by a company”).

Il modulo dev’essere datato e firmato da:
– l’amministratore, nel caso in cui ce ne sia uno solo;
– entrambi gli amministratori, se ce sono due;
– tutti gli amministratori o dalla maggioranza degli stessi, se sono piu’ di due.

E’ utile inoltre comunicare a Companies House nome, indirizzo e numero di telefono di una persona cui puo’ essere fatto riferimento per eventuali problematiche inerenti la domanda di strike-off.

Il modulo cosi’ compilato, assieme ad un assegno per i diritti camerali, dev’essere spedito agli uffici di Companies House a Cradiff, Edinburgo o Belfast, a seconda del luogo in cui e’ stata registrata la societa’.

Gli assegni non devono essere pagati dal conto corrente della stessa societa’ che richiede la cancellazione.

5. Chi sono i soggetti che vanno informati?

L’amministratore che procede alla richiesta di strike-off deve, entro 7 giorni dall’invio della domanda al registro, inviarne una copia alle seguenti persone:
– soci, generalmente gli azionisti;
– creditori, compresi tutti i creditori esistenti o possibili quali banche, fornitori, ex dipendenti nel caso in cui la societa’ deve loro del denaro, locatori e affittuari, garanti ed eventuali soggetti che pretendono un risarcimento per danni alla persona. Sara’ inoltre necessario notificare la richiesta agli appositi uffici dell’HMRC e al Department of Work and Pensions (DWP) in caso di eventuali passivita’;
– dipendenti;
– managers o trustees di fondi pensione per i dipendenti;
– gli altri (eventuali) direttori della societa’ che non hanno firmato il modulo per richiedere lo strike-off.

Gli amministratori della societa’ devono inoltre inviare copia della domanda di strike-off a qualsiasi soggetto che, successivamente all’invio della domanda, diventi amministratore, socio, creditore o dipendente della societa’, o manager o trustee di un fondo pensione per dipendenti. La notifica a tali soggetti dev’essere inviata entro sette giorni decorrenti dal momento in cui il soggetto viene nominato amministratore, socio, ecc. Gli amministratori della societa’ dovranno inoltre inviare copia della domanda di strike-off a qualsiasi soggetto che acquisti una delle qualifiche menzionate sopra in un qualsiasi momento successivo all’invio della richiesta di strike-off, e tale obbligo persiste sino all’avvenuto scioglimento della societa’ o al ritiro della domanda.

6. Come informare i vari soggetti?

Puo’ essere inviata via posta copia del modulo “Striking off application by a company” all’ultimo indirizzo conosciuto (nel caso la notifica debba essere inviata a una persona fisica) oppure alla sede legale (nel caso di societa’ o altro ente).

E’ inoltre possibile comunicare l’invio della richiesta di strike-off ad un creditore della societa’ inviando copia della richiesta (o lasciandone una copia) presso la sede con cui la societa’ ha intrattenuto rapporti in relazione a quel determinato debito (ad esempio, la filiale da cui e’ stata ordinata una determinata merce o la filiale che ha inviato la fattura). Nel caso in cui vi siano piu’ sedi di questo tipo, e’ tuttavia necessario inviare copia della richiesta di strike-off ad ognuna di esse. E’ consigliabile conservare copia della ricevuta di consegna.

7. Cosa accade quando Companies House riceve la richiesta di strike-off?

Il form verra’ esaminato e, se accettato, l’informazione verra’ registrata e inserita nei pubblici registri. Verra’ inviata da Companies House la comunicazione di ricezione della richiesta all’indirizzo indicato nel form e una comunicazione verra’ inviata alla sede sociale della societa’ onde consentire alla stessa di opporsi alla domanda di strike-off nel caso in cui questa fosse falsa.

Il registro pubblica quindi un avviso della richiesta di strike-off nella Gazzetta onde consentire ai soggetti che vi potrebbero avere interesse di opporvisi.

Una copia di tale avviso verra’ inserita nei pubblici registri della societa’. Se non ci sono motivi per ritardare con la procedura di cancellazione, il registro procedera’ alla cancellazione della societa’ non meno di 3 mesi dopo la data di pubblicazione dell’avviso di cui sopra. La societa’ verra’ dissolta al momento della pubblicazione di un ulteriore avviso in Gazzetta che attesta l’avvenuto strike-off.

8. Cos’e’ la Gazzetta?

La Gazzetta e’ il registro ufficiale del Regno Unito. Ce ne sono tre: la London Gazette, per le societa’ costituite in Inghilterra e Galles, la Edinburg Gazette, per le societa’ costituite in Scozia e la Belfast Gazette, per le societa’ costituite in Irlanda del Nord.

Quando il regsitro pubblica un avviso di strike-off o di ripristino per una societa’, tale avviso viene pubblicato nella Gazzetta ufficiale corrispondente al luogo in cui la societa’ e’ stata costituita. La Gazzetta viene pubblicata settimanalmente.

9. Cosa fare se la societa’ non dovesse piu’ rispettare i canoni per richiedere la cancellazione o se si dovesse decidere di ritirare la richiesta di strike-off?

Gli amministratori, sia nel caso in cui dovessero decidere di bloccare la pratica di strike-off della societa’, sia nel caso in cui la societa’, per un qualsiasi motivo, non dovesse piu’ avere i requisiti per richiedere la cancellazione, devono ritirare tempestivamente la richiesta di strike-off compilando l’apposito modulo.

Puo’ accadere infatti che, dopo essere stata presentata la richiesta di strike-off, la societa’ non possa piu’ procedere con la pratica di cancellazione. Cio’ puo’ accadere se la societa’, dopo la presentazione della richiesta di strike-off:
– continua a svolgere attivita’;
– cambia il proprio nome;
– dispone di beni o diritti al di fuori di quelli strettamente necessari per procedere con la pratica di strike-off (ad esempio, una societa’ puo’ avere la necessita’ di disporre di un telefono per gestire le richieste collegate alla pratica di cancellazione stessa);
– viene sottoposta a procedure di insolvenza o viene stipulato un compromesso o accordo tra la societa’ e suoi creditori;
– intraprende un qualsiasi tipo di altra attivita’, eccetto quelle strettamente necessarie a:
• procedere con la richiesta di strike-off;
• portare a termine le partiche in corso ai fini di procedere con la richiesta di cancellazione (come ad esempio pagare i costi delle varie sedi fino al termine delle varie attivita’ e poi lasciare gli uffici);
• ottemperare agli obblighi di legge.

Qualsiasi amministratore puo’ ritirare la richiesta di cancellazione utilizzando il servizio di web-filing di Companies House. In alternativa, la richiesta puo’ essere bloccata inviando l’apposito form.

10. Chi puo’ opporsi allo sciogliemento della societa’?

Chiunque ne abbia interesse.

11. Come e perche’ e’ possibile opporsi?

Obiezioni e reclami devono essere presentati in forma scritta e inviati al registro con documentazione di supporto, come ad esempio copie di fatture che provino che la societa’ sta svolgendo attivita’. Le motivazioni possono includere:
– la societa’ ha violato le condizioni previste per la validita’ della richiesta di cancellazione e cioe’, ad esempio, ha svolto attivita’, cambiato il proprio nome o e’ stata sottoposta a procedure di insolvenza nei tre mesi precedenti la richiesta di strike-off o successivamente;
– gli amministratori non hanno informato i soggetti interessati;
– alcune dichiarazioni nel modulo non sono veritiere;
– sono state intraprese azioni volte al recupero dei crediti vantati dalla societa’;
– in caso di azioni legali intraprese nei confronti della societa’;
– se gli amministratori hanno commesso frodi fiscali o commesso altro reato.

12. Offences and penalties

Costituisce illecito:
– proporre domanda di strike-off quando la societa’ non ha i requisiti necessari;
– fornire informazioni non veritiere o fuorivianti;
– omettere di notificare copia della domanda di strike-off a tutti i soggetti interessati entro sette giorni dall’invio;
– non ritirare la domanda nel caso in cui la situazione cambi e la societa’ non presenti piu’ i requisiti per lo strike-off.

L’infrazione comporta una multa fino ad un massimo di 5,000 sterline con procedimento sommario (dinanzi al Tribunale o alla Sheriff Court) o una condanna al versamento di una multa illimitata (davanti ad una giuria).

Se gli amministratori non rispettano l’obbligo di consegnare copia della domanda di cancellazione a tutti coloro che devono ricevere notizia della proposta di strike-off e omettono tale comunicazione con l’intenzione di nascondere la domanda, questi sono anche potenzialmente punibili non solo con ammenda ma anche con la reclusione fino a sette anni.

Qualsiasi soggetto condannato per tali illeciti potrebbe venire sospeso dalla carica di amministratore per un periodo minimo di 15 anni.

Tuttavia, prima che possa essere preso in considerazione l’avvio di un procedimento giudiziario, il Department for Business, Innovation and Skills (Dipartimento del Commercio e dell’Industria Britannico) deve verificare che siano rispettati i termini del Code for Crown Prosecutors. Il Codice prevede che le autorita’ inquirenti prendano in considerazione diverse problematiche prima di avviare un procedimento giudiziario.

Capitolo 2
Societa’ non piu’ operative o che non svolgono piu’ attivita’

1. Puo’ il registro cancellare una societa’ dal Registro delle imprese di sua iniziativa?

Si’, e cio’ sia nel caso in cui la societa’ non svolga piu’ attivita’, sia nel caso in cui la stessa non sia piu’ operativa.

Il cancelliere puo’ prendere questa decisione se, ad esempio:
– non ha ricevuto dalla societa’ della documentazione che avrebbe dovuto essere stata inviata;
– la posta indirizzata alla sede legale della societa’ e’ stata rispedita al mittente;
– la societa’ non ha un amministratore.

Prima di procedere con la cancellazione della societa’ dal registro, il cancelliere deve spedire due comunicazioni formali e un avviso alla sede legale della societa’ per chiedere se la stessa sia ancora operativa o svolga una qualche forma di attivita’.

In caso negativo, il cancelliere pubblichera’ un avviso nella Gazzetta ufficiale per comunicare l’intenzione di procedere alla cancellazione della societa’ dal Registro delle Imprese.

Una copia dell’avviso verra’ quindi pubblicata negli archivi pubblici. Se non sopraggiungono degli impedimenti il cancelliere procedera’ con la cancellazione della societa’ entro un termine non inferioire a tre mesi, decorrente dalla data in cui e’ stato dato l’avviso. La societa’ verra’ quindi dissolta con la pubblicazione di un ulteriore avviso di avvenuta cancellazione in Gazzetta.

2. Come evitare tale azione?

Per evitare che una societa’ venga cancellata dal Registro delle Imprese e’ innanzitutto importante rispondere ad ogni eventuale richiesta formale di informazioni proveniente dal Registro e consegnare ogni documento dovuto. Inoltre, in caso di mancato invio della documentazione dovuta, gli amministratori della societa’ rischiano di essere perseguiti penalmente.

3. E possibile opporsi?

Il registro prendera’ in considerazione eventuali segnalazioni o rimostranze presentate dalla societa’ stessa o da altri soggetti terzi che ne abbiano interesse come ad esempio i creditori della societa’.

Se vi sono buoni motivi per non procedere alla cancellazione della societa’, il cancelliere puo’ decidere si sospendere la procedura di strike-off fino a quando l’obiezione presentata non venga risolta.

4. Cosa accade al patrimonio di una societa’ una volta dissolta?

A far data dallo scioglimento della societa’, tutti i beni di questa diventano “bona vacantia”.

Bona vacantia in inglese significa “vacant goods”. E’ il termine utilizzato per indicare quei beni che, non avendo piu’ un legittimo proprietario, sono diventati di proprieta’ della Corona.

Il conto corrente della societa’ verra’ quindi congelato ed ogni saldo a credito presente sul conto corrente passera’ alla Corona.

Lucia Zeleznik
Business Consultant at Ascheri&Partners Ltd

Scarica questo articolo come PDF

Richiedi maggiori informazioni

Giurisdizione (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

In che giorno preferisci essere ricontattato?

In che orario?
minuti

Note

  • Giovanni D’Amico

    salve
    vorrei sapere in qualità di socio di maggioranza (60%) di una ltd con director il socio di minoranza (40%) in caso di mancata restituzione di un finanziamento bancario cosa rischio in italia? grazie